Foto di Patrizia VioliPatrizia Violi è professore ordinario di Semiotica presso l'Università di Bologna. Coordina dal 2002il Dottorato di Semiotica. Dirige la Scuola di Studi Superiori dell'Università di Bologna, è membro del Consiglio dell'Istituto di Studi Superiori (ISA). E' direttrice scientifica di TraMe, Centro di Studi Interdisciplinare su memorie e Traumi Culturali, Università di Bologna (www.trame.unibo.it).Ha diretto fino al 2006 il Centro Internazionale di Studi Semiotici e Cognitivi dell'Università di SanMarino e ora dirige Centro Internazionale di Studi sulla Memoria presso quella Università.

Ha partecipato a progetti internazionali in Israele e Palestina, attualmente è coordinatrice del progetto Europeo Irses Memosur “A Lesson for Europe: Memory, Trauma and Reconciliation in Chile and Argentina” e del progetto Farb-Fobra con il Brasile “Smart cities, socio-cultural capital and cultural heritage”

Ha tenuto corsi e seminari, tra l'altro, a Buenos Aires e Cordoba in Argentina, a Santiago del Cile, aHaifa, a Sapporo, Limoges, Barcellona, Losanna, Madrid, Imatra, Trondheim, Vancouver, Toronto.

Fa parte del comitato di redazione delle riviste: Versus. Quaderni di Studi Semiotici. Rivista Italianadi Filosofia del Linguaggio, Carte Semiotiche, Lexia. Signata, Cognitive Semiotics, International Journal of Signs and Semiotic Systems, Actes Sémiotique E' membro del comitato scientifico dellacollana: Studi Urbani e Regionali, Francio Angeli editore.

La sua ricerca riguarda temi di semiotica generale (il dibattito contemporaneo della disciplina, le suue differenti correnti, le sua basi epistemologiche). Più specificamente si è occupata di semantica linguistica, narratività, origine dei processi semiotici, forme della soggettivazione semiotica anche in relazione alla dimensione di genere, spazialità. Recentemente ha indirizzato la ricerca sui temi della memoria e dei traumi culturali. Il suo ultimo libro, Paesaggi della memoria, Bompiani, 2014 è un'analisi dei musei e memoriali della memoria traumatica.